Gruppo di ricerca di Idrogeologia (GI)

CNR - Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica

Categoria: Documenti (Pubblicazioni, Report)

Convegno: BIOGRAFIA DI UN’IDEA: L’insegnamento di Salvatore Puglisi e l’attualità delle Sistemazioni Idraulico-Forestali

Il Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali dell’Università di Bari insieme con l’AIDI, Associazione Italiana di Idronomia, e l’AIIA, Associazione Italiana di Ingegneria Agraria, organizza il Convegno “BIOGRAFIA DI UN’IDEA: L’insegnamento di Salvatore Puglisi e l’attualità delle Sistemazioni Idraulico-Forestali”, che si terrà il 9 e 10 febbraio 2016 presso l’Aula Magna di Agraria, Via Amendola 165/A.

Il Convegno è un’occasione per ricordare la figura di docente e studioso del Prof. Salvatore Puglisi, recentemente scomparso, ed il grande contributo che Egli ha dato, nel corso della sua lunga carriera, allo sviluppo delle Sistemazioni Idraulico-Forestali.

Il Responsabile scientifico del Gruppo di Idrogeologia dott. Ing. Maurizio Polemio presenterà in occasione del suddetto convegno un contributo dal titolo “L’esperienza di studio delle piene nel territorio di Bari: un caso significativo per l’ambiente carsico

Il programma dettagliato dell’evento è qui scaricabile

Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link: http://www.uniba.it/ricerca/dipartimenti/disaat/dipartimento/biografia-di-un2019idea-l2019insegnamento-di-salvatore-puglisi-e-l2019attualita-delle-sistemazioni-idraulico-forestali

PUBBLICA SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 BORSA DI STUDIO PER LAUREATI PER RICERCHE NEL CAMPO DELL’AREA SCIENTIFICA “SCIENZE DELLA TERRA” NELL’AMBITO DEL PROGETTO “RITMARE”

È indetta una pubblica selezione per titoli, eventualmente integrata da colloquio, per il conferimento di n.1 borsa di studio per laureati, per ricerche inerenti l’Area scientifica “Scienze della Terra” da usufruirsi presso l’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR di Bari, nell’ambito del Progetto Bandiera Ritmare.

Scarica il bando completo in versione pdf:  Bando IRPI_BA

Antropizzazione, causa prima dei disastri naturali

Con il sopraggiungere dell’autunno, l’arrivo delle prime piogge è sempre stato considerato una salvezza per i terreni assetati e i torrenti prosciugati. Tuttavia ora con l’estesa urbanizzazione, l’impermeabilizzazione e il consumo di suolo, questi eventi atmosferici rischiano di diventare un pericolo. Per capire il perché, abbiamo chiesto chiarimenti a Maurizio Polemio, dell’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica (Irpi) del Cnr, che di recente ha pubblicato i risultati di uno studio, che fonde l’analisi spaziale con quella temporale e in cui si confronta il trend degli eventi catastrofici idrogeologici con le modificazioni climatiche e l’antropizzazione, con particolare riferimento alla Calabria e alla Puglia. “Sono stati utilizzati dati raccolti a partire dal XIX secolo fino ai giorni nostri, considerando il numero di frane e di piene catastrofiche, la piovosità di diversa durata, la temperatura atmosferica, il numero di giorni piovosi e le modificazioni dell’uso del suolo, soprattutto l’estensione delle aree disboscate e urbanizzate”, spiega Polemio.

 

Il testo integrale dell’articolo è disponibile sull’Almanacco della Scienza, mensile a cura dell’Ufficio stampa del CNR,  al seguente link:

Testo articolo Almanacco della Scienza n. 11 del 18 novembre 2015

Quanto è dolce… questo Mar Piccolo

Per la prima volta quantificato l’efflusso di acque sotterranee nel Mar Piccolo, grazie al progetto Ritmare coordinato dal Cnr. La salinità media è inferiore a quella del vicino mare esterno, in conseguenza del contributo di acque continentali dolci. Lo studio pubblicato su Environmental Science and Pollution Research a cura del Gruppo di Idrogeologia del CNR IRPI UOS di Bari.

 

Leggi il testo integrale del Comunicato stampa n. 95/2015 dell’Ufficio Stampa del Consiglio Nazionale delle Ricerche del 29 ottobre 2015

42° Congresso IAH (Ass. Int. degli Idrogeologici), Roma 13-18 settembre 2015

Le attività del Gruppo di Idrogeologia hanno contribuito alla produzione del filmato  https://www.youtube.com/watch?v=SFDT_CpQdpk che offre una visione della diversità dei siti italiani di interesse idrogeologico, per le peculiarità determinate dalle acque sotterranee, nell’intero nostro paese.
Il video è stato prodotto dal comitato italiano IAH, di cui è membro l’Ing. Maurizio Polemio responsabile scientifico del gruppo e dalla comunità idrogeologica italiana e presentato per l’inaugurazione del convegno in oggetto, il primo in Italia dopo circa 50 anni, a cui hanno partecipato oltre 800 delegati da 18 paesi.
Nell’occasione è stato curato, su iniziativa del comitato, uno special issue sul carsismo nel mediterraneo, i cui lavori sono open access fino al 11/10 (http://link.springer.com/journal/12665/74/1/page/1).

Training Course on CO2 Sequestration in Deep Geological Formations

Dal 19 al 21 ottobre 2015, parte del Gruppo di Idrogeologia parteciperà ad un corso specialistico che si svolgerà a Montpellier (France)  nella seguente tematica “Advanced Course on CO2 Sequestration in Deep Geological Formations”.

Brochure del corso

 

Per iscrizioni e ulteriori informazioni è consultabile il sito: http://trustco2course.wordpress.com

Calabria: non sono le piogge a causare le frane, ma il cemento

Dietro i disastri la speculazione – “Calabria, più della pioggia potè il cemento”, intervista a Maurizio Polemio del 23 agosto 2015 pubblicata sul quotidiano “Le cronache del Garantista”

 

 

“Tutti gli studi finora condotti mostrano con ogni evidenza che il ricorrente verificarsi di gravissime catastrofi non trova giustificazione in una sorta di crescente accanimento climatico sulle nostre comunità, quanto sul non ottimale uso del territorio, il cui utilizzo, dalla pianificazione regionale e comunale, fino alla capillare modificazione delle singole proprietà, è sotto il nostro pieno controllo………”

 

 Leggi l’articolo completo

Coastal hydrogeological system of Mar Piccolo (Taranto, Italy) – A Word of Thanks!

In data 6 agosto 2015 l’articolo pubblicato sulla rivista Environmental Science and Pollution Research dal titolo “Coastal hydrogeological system of Mar Piccolo (Taranto, Italy)” a cura dei seguenti autori: L. E. Zuffianò, A. Basso, D. Casarano, V. Dragone, P. P. Limoni, A. Romanazzi, F. Santaloia, M. Polemio, ha ricevuto un gradito riconoscimento da una rilevante associazione professionale americana.

 

Dear Maurzio:

On behalf of the National Ground Water Association, congratulations on your recently published paper, “Coastal hydrogeological system of Mar Piccolo (Taranto, Italy).”

Thanks to you and your colleagues for all of your time and your effort to make our industry that much better.

 

Best wishes,

 

Alex Beaty | Membership Services Specialist

National Ground Water Association — Advancing groundwater knowledge

601 Dempsey Road | Westerville, Ohio 43081| USA

800 551.7379 (614 898.7791) x 500 | fax 614 898.7786

www.NGWA.org | www.WellOwner.org

 

CNR-IRPI 2017 ~ a cura di Vittoria Dragone. Frontier Theme