Accordo quadro di collaborazione tra Università della Corsica Pasquale Paoli e l’IRPI

Nell’ambito degli interessi istituzionali dei firmatari, è stato stipulato un accordo tra L’Università della Corsica “Pasquale Paoli” e l’IRPI focalizzato sulle seguenti tematiche: idrogeologia, idrologia isotopica, geochimica e gestione delle acque, e in particolare lo sviluppo e l’applicazione di modelli, metodi e strumenti per la gestione sostenibile ottimale. Obiettivo principale di tale accordo è la collaborazione scientifica e tecnica definendo un meccanismo in varie attività delle geoscienze, consentendo un flusso di scambio bidirezionale di dati, informazioni e conoscenze per promuovere la ricerca collaborativa nel campo delle tematiche suddette.

 

Image result for le cesine area umida

 

Sito web istituzione

https://www.universita.corsica/en/

https://www.cnrs.fr/en/cnrs

 

Data inizio

18/03/2021

Data fine

17/03/2025

 

Referente istituzione straniera

Mr. Frederic HUNEAU

 

Referente IRPI

Ing. Maurizio Polemio

Seawater Intrusion Proneness and Geophysical Investigations in the Metaponto Coastal Plain (Basilicata, Italy)

Muzzillo, R.; Zuffianò, L.E.; Rizzo, E.; Canora, F.; Capozzoli, L.; Giampaolo, V.; De Giorgio, G.; Sdao, F.; Polemio, M. Seawater Intrusion Proneness and Geophysical Investigations in the Metaponto Coastal Plain (Basilicata, Italy). Water 202113, 53

The Metaponto coastal plain extends about 40 km along the Ionian coast, between the Sinni and Bradano Rivers (southern Italy). During the 20th century, the increases in modern irrigation systems, land reclamation works, the overexploitation of wells, and agricultural and industrial activities have deeply modified land use and groundwater availability and quality along the plain. These modifications negatively impacted the natural systems in terms of groundwater and soil salinization, magnifying the risks due to seawater intrusion. In this study, we explored the proneness to seawater intrusion, testing a multidisciplinary approach based on hydrochemical and geophysical investigations. A significant portion of the coastal plain was selected for this purpose. A set of 49 groundwater samples was analyzed to define the chemical characteristics of the water and geoelectrical measurements were recorded along three long profiles. The geoelectrical surveys showed in detail the aquifer bottom pattern where it is deeply incised by paleovalleys, defining the main hydrostratigraphic features, as it is necessary to prevent seawater intrusion worsening. The hydrochemical data highlighted areas with higher seawater intrusion proneness. The acquired measurements show the high proneness to seawater intrusion, especially where the aquifer bottom is very deep below the sea level, also far from the coast, and the relevance of the detailed knowledge of the aquifer bottom in supporting any kind of management. View Full-Text

 

L’articolo è disponibile open access al seguente link:

Water 202113(1), 53; https://doi.org/10.3390/w13010053

Improving Regulation and the Role of Natural Risk Knowledge to Promote Sustainable Low Enthalpy Geothermal Energy Utilization

Sulla Rivista Water è stato pubblicato un nuovo articolo a cura del Gruppo di Idrogeologia disponibile in versione full text open access seguendo il link:

 

Improving Regulation and the Role of Natural Risk Knowledge to Promote Sustainable Low Enthalpy Geothermal Energy Utilization
Giorgio De Giorgio, Michele Chieco, Pier Paolo Limoni, Livia Emanuela Zuffianò, Vittoria Dragone, Annarita Romanazzi, Rossella Pagliarulo, Giuseppe Musicco and Maurizio Polemio
Water 2020, 12(10), 2925; doi:10.3390/w12102925

 

 

Abstract

The use of geothermal energy resources to support anthropogenic activities have a long-lasting tradition, renewed in recent decades with the increasing use of low enthalpy geothermal energy (LEG) with combined systems of heat pumps and geothermal exchange, exploiting the enormous thermal capacity and very low temperature variability of subsoil, including rocks and water. The further potential global increase of LEG use could be enormous, although LEG is already the main geothermal energy sources in Europe, contributing significantly to reach 2030 UN sustainable development goals (SDGs) on renewable energy resources, as a further leg to support all necessary efforts for these scopes. This research pursues LEG spreading improving knowledge on limitations of guidelines, technical regulations and/or laws, briefly rules, especially in terms of potential risks or limitations due to environmental constrains or natural phenomena. A global documentary research, including scientific articles, books, technical reports from qualified institutions, technical standards, guidelines, regulations, and laws, was realized with three different groups of keywords. A total of 161 documents were selected after some steps, including quality check. Identical English and Italian keyword sets were used to span from an international global scale to the complex local scale which characterizes the Italian experience. A complex sheet was filled in for each document, supporting data discussion, planned with a geographical criterion, from global to local. The system of rules resulted worldwide inhomogeneous and complex, with high differences from countries, nations or regions, also at local scale. The low quality or the absence of simple and careful “rules” emerged an important obstacle to LEG diffusion that can guarantee sustainability and the absence of natural risks. Main virtuous systems of rules were recognized as very useful to promote LEG spreading but these are still uncommon. The discussion of optimal experiences and the overview of potential natural risks due to LEG complete the paper.

Informazione utile alla ricerca nella sezione delle pubblicazioni del Gruppo di Idrogeologia

La sezione dedicata alle pubblicazioni scientifiche a cura del Gruppo di Idrogeologia viene periodicamente aggiornata con nuovi articoli appena vengono pubblicati o modificato il loro accesso nel momento in cui l’editore li rende open access.

A tal fine si evidenziano i seguenti articoli per i quali ora è possibile accedere al testo completo:

  • Polemio, M., e L. Romanazzi. 1999. «Numerical simulation of ground water protection works for industrial waste dump». Bulletin of Engineering Geology and the Environment 57 (3): 253–61. (Open access)  https://rdcu.be/b6p8I

  • Polemio, M., e T. Lonigro. 2015. «Trends in Climate, Short-Duration Rainfall, and Damaging Hydrogeological Events (Apulia, Southern Italy)». Natural Hazards 75 (1): 515–40. https://rdcu.be/b8Cu4

(altro…)

Nuova pubblicazione sulla rivista “Journal of Water Resources Planning and Management”

Su una prestigiosa rivista americana (Journal of Water Resources Planning and Management) è stata pubblicata la “state-of-the art review” curata dal nostro Gruppo sulle modalità di gestione degli acquiferi costieri e/o a rischio di salinizzazione, problema molto sentito in Puglia, tenuto conto di tutte le esperienze ad oggi maturate a scala mondiale.

L’articolo è stato selezionato per entrare nella “Editor’s Choice Collection” per cui può essere scaricato liberamente, previa registrazione gratuita, alla pagina

https://ascelibrary.org/journal/jwrmd5

 

Per maggiori informazioni o in caso di difficoltà scriveteci (per richiedere una copia)

Natural Groundwater Background Levels of Nitrate and Landfill Effects (Apulia, Southern Italy)

Nell’ambito delle attività di ricerca del Gruppo di Idrogeologia, è stato pubblicato un lavoro disponibile e scaricabile online:

 

https://link.springer.com/chapter/10.1007%2F978-3-030-43953-8_4#enumeration

 

Fig. 4.1

Zuffianò L.E., Limoni P.P., De Giorgio G., Polemio M. (2020) Natural Groundwater Background Levels of Nitrate and Landfill Effects (Apulia, Southern Italy). In: De Maio M., Tiwari A. (eds) Applied Geology. Springer, Cham. https://doi.org/10.1007/978-3-030-43953-8_4

WORKSHOP “L’ACQUA BENE COMUNE E LA SUA GESTIONE SOSTENIBILE”, 15 GENNAIO 2020 ORE 15,00

L’evento, promosso dall’Università di Bari, dal Centro di Eccellenza di Ateneo per la Sostenibilità (CEA4S), dal Centro Studi per lo Sviluppo Sostenibile (CSSS) e dall’Ordine dei Geologi della Puglia, che si terrà il 15 gennaio tratterà della questione “acqua”, di come oggi assume particolare rilevanza sotto molti punti di vista: tra questi si citano come particolarmente significativi il mai risolto bilancio fra le poche disponibilità e le molte richieste. e la valutazione degli effetti dovuti agli eventi estremi, in particolare quelli di piena. La soluzione che si può dare a questi problemi non è unica e dipende molto dall’obiettivo che si intende perseguire. È necessario che l’intera questi o ne venga affrontata tenendo conto sia delle problematiche ambientali che delle esigenze di tutte le componenti sociali interessate. In particolare di quelle più consapevoli del fatto che il bene acqua non sarà in futuro disponibile in maniera illimitata: pur non dimenticando che esso rimane uno dei maggiori fattori propulsivi dello sviluppo di un territorio. Questo sviluppo non potrà essere duraturo nel tempo se contestualmente non viene conservato e preservato con grande attenzione raspetto sia quantitativo che qualitativo della risorsa acqua e la sua gestione sostenibile.

 

15 Gennaio 2020
Sala Conferenze Carlo De Trizio
Centro Polifunzionale Studenti
(ex Palazzo delle Poste)
Piazza Cesare Battisti- Bari 15:00-19:30

Groundwater Resources and Salt Water Intrusion in a Changing Environment

E’ stato pubblicato on line un e-book, special issue della rivista Water sulla piattaforma della MDPI Books dal titolo “Groundwater Resources and Salt Water Intrusion in a Changing Environment ” a cura di Maurizio Polemio e Kristine Walraevens. Esso approfondisce, mediante la presentazione di lavori di 30 scienziati di 11 paesi il forte impatto del cambiamento globale in termini di cambiamento climatico e pressione antropogenica con effetti fortemente negativi sulle risorse idriche sotterranee costiere, ampiamente influenzate da intrusione marina.

Il volume è accessibile e scaricabile al seguente indirizzo della MDIP Books
http://www.mdpi.com/books/pdfview/book/1779

Informazioni bibliometriche:

Polemio, M.; Walraevens, K.; Groundwater Resources and Salt Water Intrusion in a Changing Environment, Water 2019, pages. 176.
https://doi.org/10.3390/books978-3-03921-198-2

Special Issue “Groundwater Resources Management: Reconciling Demand, High Quality Resources and Sustainability”

Guest Editor
Dr. Maurizio Polemio

Dear Colleagues,
The prospect of a word population of 9 billion by 2050, growing urbanisation, intensive irrigated agriculture and climate change will add extra pressures on the water resources and the environment. The availability of highquality freshwater is a decisive factor for socio-economic development. Water scarcity occurs in many countries— particularly in the Mediterranean, Middle East, Africa, etc.— that are confronted with a crucial combination of a severe lack of and increasing demand for high-quality water. World water resources seem abundant; however, only 0.7% of this total amount is usable water. Serious water pollution problems make 1/5 of the world’s population (approximately 1.1 billion people) at risk of water-related diseases. Competition for water made scarce by intensive irrigation is already a major source of conflict in arid and semiarid areas. Groundwater is worldwide the main source of domestic supply and irrigation. […]

For further reading, please follow the link to the Special
Issue Website at:
https://www.mdpi.com/journal/water/special_issues/groundwater_Management

A special issue of Water (ISSN 2073-4441). This special issue belongs to the section “Water Resources Management and Governance“.

Deadline for manuscript submissions: 31 December 2020

More information: First call

Il clima e la disponibilità di acque sotterranee in Puglia: effetti recenti e novità in tema di ricarica controllata

Casarano Domenico, Dragone Vittoria, Polemio Maurizio (CNR IRPI, Bari)

Geologia dell’Ambiente, Supplemento al n. 1/2019

La penuria idrica in Puglia sin da epoca storica, ha fortemente condizionato la vita umana e gli insediamenti soprattutto lontano dalla costa. Se lo sviluppo possente degli acquedotti ha progressivamente soddisfatto, a partire dall’inizio del secolo scorso, la domanda idrica potabile, molto resta da fare per chiudere il bilancio idrico regionale in modo che risultino soddisfatte le esigenze produttive, in specie quelle agricole e la sostenibilità dei prelievi.
Nel corso del tempo, soprattutto a causa delle modificazioni climatiche,
osservate in particolare dal 1980 in poi in tutta l’Italia meridionale , si è registrato un importante calo della ricarica che, posto in relazione al crescente utilizzo delle risorse, ha determinato condizioni di sovrasfruttamento. Uno degli effetti più rilevanti è stato l’incremento della salinità delle acque sotterranee pugliesi, un fenomeno ad oggi, ben conosciuto. Nonostante le conoscenze scientifiche acquisite, i criteri di gestione applicati non hanno impedito una progressiva degradazione qualitativa.
Alla luce di queste premesse, il presente contributo analizza le più recenti
modificazioni climatiche in termini di piovosità e temperatura atmosferica, discusse sulla base delle misure acquisite negli ultimi 95 anni, delle variazioni tendenziali della disponibilità di risorse idriche sotterranee e di come queste potrebbero essere migliorate grazie alla
ricarica controllata degli acquiferi.

Scarica qui l’articolo completo: Download