National Research Council of Italy

Institute of Biosciences and BioResources

DISBA logo CNR logo

IBBR Project #168

Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e settore forestale
Project ID 168
ID -
Acronym PSR 2007-2013 Misura 124
Project acronym and title Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e settore forestale
Contract -
Description La celiachia è una sindrome caratterizzata dal danno alla mucosa dell’intestino piccolo causata dall’ingestione di alcune proteine presenti nel frumento, nella segale, nell’orzo e in altri cereali . E’ stato dimostrato che le gliadine del glutine di frumento contengono sequenze proteiche tossiche per le persone affette da celiachia . Inoltre, è stato dimostrato di recente che anche le glutenine di frumento contengono sequenze tossiche . Studi moderni più approfonditi hanno messo in evidenza che la celiachia è una malattia molto più diffusa di quanto si pensasse, la media mondiale di diffusione è stimata intorno a 1:266 . Un recente studio epidemiologico sulla popolazione italiana ha riscontrato la positività agli anticorpi EMA in 1 cittadino su 95 e la positività agli anticorpi tTG in 1 su 71. Ciò significa che i casi di celiachia in Italia potrebbero essere 600.000-800.000. La pietra angolare del trattamento per i celiaci rimane la rinuncia a vita ad ingerire il glutine, ovvero è necessario evitare di alimentarsi con i cibi derivati dal frumento ( compreso il frumento duro, il farro ,il kamut,lo spelta e il triticale), dalla segale e dall’orzo. Il sorgo è spesso raccomandato come alimento sicuro per i celiaci, in quanto come cereale è molto più imparentato con il mais anziché con il frumento, segale e orzo (Kasarda, 2001). Pertanto, il sorgo potrebbe rappresentare un alimento basilare privo di glutine nei prodotti da esso derivati come il pane, la pasta, le focacce, le gallette, gli snacks ed altro. In generale il progetto ha per obiettivo l’acquisizione di know-how e di tecnologie che consentano di poter coltivare, stoccare e molire i nuovi ibridi di sorgo in maniera economica e tale da renderli interessanti per gli utilizzatori finali (la filiera che va dalla coltivazione del seme di sorgo all’alimentazione per i celiaci di derivati della farina di sorgo, totalmente privi di glutine) per la produzione di cibo di colore chiaro, di gusto tenue e di un’eccellente capacità di lavorazione uguale o superiore agli alimenti derivati dal mais o dal riso per le molteplici applicazioni
Funding body Regione Campania
UOS Portici
Role Coordinatore/Research Unit
Signatory Pontieri Paola
Contact Person Pontieri Paola, Luigi del Giudice
Starting of activities 2010
Ending of activities 2014
Extension -
Amount (euro) 180000.00
Technological Area -
Technological Field Nuove frontiere dell’alimentazione
Select Projects
Istituto di Bioscienze e Biorisorse (IBBR/CNR)
Via G. Amendola 165/A, I-70126 Bari (Italy)
Copyright © 2012-2021. All Rights Reserved.